FANDOM


I Terminator sono una serie di robot, androidi e cyborg apparsi nella serie cinematografica Terminator ed in alcuni prodotti derivati, quali serie televisive e videogiochi.

Esistono numerosi modelli di Terminator, in ordine:

A causa della differente timeline di Terminator Salvation le date non corrispondenti a quelle originali sono segnate a fianco di quelle canoniche.

T-1 Modifica

  • Serie: T-1
  • Caratteristiche: Primo modello prodotto in serie
  • Anno: 2004, 2018
  • Film: Terminator 3: Le macchine ribelli, Terminator Salvation

I T-1 sono dei robot militari apparsi nel film Terminator 3 - Le macchine ribelli. In una scena scartata del film, viene affermato che la loro nomenclatura completa è “T-1 Robot da campo di battaglia”. Tali macchine vennero progettate dai membri del Centro Ricerche Cibernetiche (CRC) al comando del generale Robert Brewster. Si tratta di Hunter Killer non-umanoidi, come gli Harvester, a differenza dei terminator dalla serie T-400 in poi.

File:Terminator Exhibition T-1.jpg

Custoditi in un magazzino, durante il Giorno del giudizio una T-X li riprogramma per uccidere tutti gli umani presenti nella struttura.

Si muovono su una base cingolata, sopra la quale vi è la parte superiore del corpo, in grado di ruotare. Il loro armamento comprende due M61 Vulcan. Sono dotati di una testa con un occhio giallo e due rossi. Nel film appaiono numerosi esemplari della macchina, ognuno distinto da un numero, secondo la nomenclatura: T1-Numero.

Una versione modificata del T-1 appare in Terminator Salvation, dove ha il ruolo di guardia nel campo di concentramento di Skynet.

Sebbene siano più piccoli, somigliano ai ben più grandi Goliath, sempre su base cingolata, che si vedono nei flashback in alcune scene in cui si vede la resistenza combattere contro le macchine, in Terminator e Terminator 2 - Il giorno del giudizio, oltre al videogioco The Terminator: Future Shock.

T-7T Modifica

  • Serie: T-7T
  • Caratteristiche: drone non umanoide
  • Anno: 2018
  • Apparizioni: Terminator Salvation - the game

Il "T-7T" compare nel video-gioco e nel gioco arcade di "Terminator Salvation". La seconda "T" nel suo nome sta per "Tetrapod". Questo è dovuto al fatto che questa macchina ha quattro gambe. La parte superiore del suo corpo invece ricorda quella di un granchio, con l'aggiunta di un sensore ottico e due mitragliatrici come braccia. Il suo aspetto ricorda l'HK-Centurion. Nonostante sia pesantemente corazzato, il "T-7" ha 2 punti deboli: se colpito al suo sensore ottico si disattiva temporaneamente e inoltre le sue batterie sono situate nelle spalle.

T-20 Modifica

Il "T-20" ha un aspetto pressoché umanoide; testa piccola con un sensore ottico, 2 fucili come braccia, torso suddiviso in due parti (superiore ed inferiore) attaccate insieme e parte inferiore del corpo simile ad un carro armato. Compare solo in Terminator 3 - Le macchine ribelli.

T-70 Modifica

  • Serie: T-70
  • Anno: 2004
  • Caratteristiche: droide umanoide di 2,4 m di altezza.
  • Apparizioni: T2 3-D: Battle Across Time

Il "T-70" è il primissimo Terminator del tutto umanoide. Possiede un mitragliatore al posto del braccio sinistro, è alto 8 piedi (2,43 m) e largo 4 (1,22 m), tuttavia possiede un'intelligenza ed una CPU primitivi e non ha pelle, quindi, anche a causa della sua altezza, è facilmente riconoscibile ed abbattibile. Compare solo nell'attrazione turistica degli Universal Studios T2 3-D: Battle Across Time.

T-400 Modifica

  • Serie: T-400
  • Caratteristiche: Lega in acciaio e un solo sensore ottico
  • Anno: //
  • Apparizioni: Terminator: Dawn of Fate (videogioco)
  • Attore: //

Il "T-400" fu uno dei primi Terminator umanoidi; creati da Skynet poiché, per arrivare alle basi dei ribelli, necessitava di androidi che potessero muoversi in luoghi altrimenti inaccessibili agli automi più grandi. Sono costruiti con una lega di acciaio ed hanno un solo sensore ottico (il classico occhio rosso dei T-800). La loro CPU è primitiva: non permette l'apprendimento ed impedisce al robot di adattarsi all'ambiente circostante; hanno inoltre un database scarso di informazioni riguardanti gli umani. Sono vulnerabili ai colpi di pistola e mitragliatrici, e quindi facili da distruggere. La serie 400 appare nel videogioco The Terminator - Dawn of Fate.

T-500 Modifica

  • Serie: T-500
  • Anno: //
  • Caratteristiche: droide umanoide
  • Apparizioni: Terminator: Dawn of Fate (videogioco)
  • Attore: //

Il "T-500" è il modello successivo alla serie 400 ed è il primo vero Terminator umanoide. È superiore al T-400 in tutto; è più agile, più forte, più resistente e più intelligente. La CPU è stata notevolmente migliorata, il che gli permette di poter effettuare calcoli più veloci, per esempio durante le battaglie per individuare i punti deboli dell'avversario; può imitare alcuni movimenti umani, ed è inoltre il primo ad avere due sensori ottici che, grazie alla visione stereoscopica, gli permettono di avere un quadro più preciso della situazione tattica, migliorandone anche il raggio d'azione. Appare anch'esso nel gioco The Terminator - Dawn of Fate.

T-600 Modifica

  • Serie: T-600
  • Caratteristiche: endoscheletro in lega di titanio ricoperto di pelle in gomma
  • Anno: 2022 (canonica), 2017 (Salvation)
  • Film: Terminator Salvation, TSSC
  • Attore: Brian SteeleIl

La serie dei 600 è stata messa in produzione da Skynet a partire dal 2016. Sono infiltratori primitivi costituiti da un endoscheletro pesante in lega di titanio, spesso ricoperto da una cover in lattice o gomma. Tale caratteristica fa sì che questi terminator siano facilmente riconoscibili. L'endoscheletro è alto circa 2,20 m per un peso di 370 kg il che rende questi Terminator apparentemente goffi. Solitamente sono armati di M-134 minigun e di un lanciagranate o in alternativa di un F-2000. L' endoscheletro più avanzato rispetto a quello dei suoi predecessori rendono possibile ai t-600 di raggiungere velocità di 60 km/h con scatti fino ai 75km/h. In TSCC i T-600 appaiono in versione più canonica rispetto a Salvation, nel telefilm infatti i T-600 appaiono delle stesse dimensioni degli esseri umani e non mastodontici come nel film.

T-700 Modifica

  • Serie: T-700
  • Caratteristiche: endoscheletro metallico
  • Anno: 2018 (entrati in produzione)
  • Film: Terminator Salvation
  • Attore: //

Il T-700 è una sorta di via di mezzo tra la serie 600 e 800. Essi infatti hanno un'altezza ridotta rispetto alla serie precedente e il loro endoscheletro è rinforzato in più punti, che erano vulnerabili invece sui 600. Se ne vedono alcuni nel film Terminator Salvation nella fabbrica di Terminator, ma non appaiono mai interamente. La loro produzione è iniziata nel 2018, tuttavia non sappiamo se la serie è entrata operativa a causa dell'imminente produzione della serie 800.

Nota: nel film gli endoscheletri della fabbrica vengono scambiati da Connor per T-800. In realtà nel dietro le quinte del DVD viene spiegato che essi appartengono alla serie 700, molto simile ma più alta della più avanzata serie 800.

T-799 Modifica

  • Serie: T-799
  • Caratteristiche: endoscheletro metallico (tessuto vivente?)
  • Anno: 2026
  • Apparizioni: The New John Connor Chronicles (Libri)

Il T-799 è il precursore della Serie 800. È un modello più lento del T-800 e meno intelligente. Esso è stato utilizzato in battaglia dal 2016 al 2019 ed è stato poi utilizzato soprattutto come guardia delle fabbriche.

T-800 Modifica

  • Serie: T-800, modello: 101
  • Caratteristiche: endoscheletro metallico ricoperto di tessuto umano vivente.
  • Anno: 2029, 1984, 1994. 2018 (Salvation)
  • Film: Terminator, Terminator 2 - il giorno del giudizio.
  • Attore: Arnold Schwarzenegger, Franco Columbu.

Durante il corso del primo film, Terminator, Kyle Reese spiega che la serie "800" è un'evoluzione della "600", che aveva il difetto di avere i tessuti in gomma ed era quindi facilmente riconoscibile. Per ovviare al problema Skynet rivestì l'endoscheletro del Terminator con tessuti umani veri ricostruiti artificialmente.

Kyle Reese racconta che la serie degli "800" è molto più difficile da riconoscere e da individuare data la loro verosimiglianza pressoché perfetta con gli umani; la serie "800" viene perciò usata principalmente come unità d'infiltrazione fra le linee degli umani e secondariamente come fanteria per il campo da battaglia.

Fin dal primo film il T-800 dimostra di possedere alcune caratteristiche che lo rendono estremamente versatile e pericoloso:

  • Possiede una forza sovrumana, che gli permette di abbattere pareti e sollevare pesi di diverse tonnellate senza sforzo;
  • È in grado di correre ad una velocità elevata;
    File:Terminator T-800 armed.jpg
  • Non sembra risentire di problemi di affaticamento (surriscaldamenti, cali di potenza o altro);
  • È invulnerabile alle armi da fuoco ordinarie, nonché in grado di resistere senza molti danni anche ad urti di grande entità;
  • È capace di automedicarsi ed eseguire delle riparazioni;
  • Inoltre, i danni causati al suo rivestimento guariscono col tempo;
  • È dotato della facoltà di imitare la voce di chiunque;
  • Si dimostra in grado di guidare qualunque veicolo con cui entri in contatto;
  • Dimostra di possedere una profonda conoscenza delle armi da fuoco;

In Terminator 2 - Il giorno del giudizio, il T-800 inviato dal futuro per proteggere John Connor illustra altre caratteristiche del suo modello:

  • Dispone di file di anatomia e medicina, per poter uccidere, ferire o torturare meglio gli umani;
  • La CPU simula una rete neurale, rendendoli capaci di apprendere e, quindi, di evolversi;
  • Se colpito è in grado di percepire impulsi sensoriali elettrici paragonabili al dolore;
  • Con le batterie in dotazione, il T-800 può rimanere attivo per 120 anni.

Sembra inoltre, che questo T-800 sia più forte e resistente rispetto al suo predecessore inviato nel 1984. La CPU può funzionare in due modalità, a programmazione fissa (di default), o con capacità di apprendere, attraverso il settaggio di uno switch. Il primo Terminator inviato per uccidere Sarah poteva agire solo in modalità base, mentre il secondo Terminator spiega questa sua caratteristica a John che gli estrae il chip dal cranio e commuta lo switch in modalità apprendimento (dopo aver dovuto dissuadere la madre dal distruggerlo). Dopo il reboot del sistema (come un qualsiasi computer, con indicazione della release del programma sulla visuale interna) il robot inizia a comportarsi, sotto la guida di John, in modo sempre più umano fino ad arrivare a comprendere la sofferenza umana e il valore della vita e a scegliere di sacrificarsi per il futuro dell'umanità.[1]

Nel nuovo film di Terminator Genisys si viene a scoprire che i tessuti, anche se gravemente danneggiati, hanno la possibilità di ricostruirsi col tempo (impiegandoci anche anni) e risultando perfettamente integri, senza lasciare alcuna cicatrice, nonché di invecchiare fisiologicamente come un essere umano.

T-800/101 Modifica

Vedi anche l'articolo "Terminator (personaggio)" su It.Nostradamus.Wikia (in italiano)

File:T800.jpg

T-800 dall'aspetto di Arnold Schwarzenegger.

L'aspetto esteriore viene copiato da studi biometrici dalla Cyberdyne eseguiti sul Sergente William Candy (sempre interpretato da Arnold Schwarzenegger), mentre l'accento tedesco è un errore di programmazione.[2]

Nei romanzi di Stirling viene fornita una differente versione, dove Skynet avrebbe invece copiato l'aspetto di Dieter Von Rossbach, un ex agente antiterrorismo austriaco.

T-800 Alex Murphy Modifica

Vedi anche l'articolo "Alex Murphy" su It.Nostradamus.Wikia (in italiano)

Nel fumetto Terminator versus Robocop Alex Murphy, involontario creatore di Skynet, per fronteggiare gli eserciti del network si reca in una fabbrica di T-800 (indifesa in quanto i T-800 li schierati sono stati distrutti da un missile atomico di Skynet dirottato dallo stesso Murphy) e crea una versione modificata degli androidi, il cui software è costituito da una versione digitalizzata dell'anima del poliziotto.
Il loro aspetto è simile a quello del T-800, ma sono dotati del caratteristico elmo del Robocop, della pistola Auto-9 e della capacità di volare attraverso l'uso di razzi.

T-850 Modifica

  • Serie: T-850, modello: 101
  • Caratteristiche: endoscheletro metallico potenziato ricoperto di tessuto umano vivente
  • Anno: 2032, 2004
  • Film: Terminator 3 - le macchine ribelli

Attore: Arnold Schwarzenegger

T-850 è una versione migliorata del T-800 apparsa in Terminator 3 - Le macchine ribelli. Di questo modello si sa che è alimentato da due pile che sfruttano la Energia da fusione dell'idrogeno; in caso di danneggiamento esse diventano instabili, esplodendo al minimo urto in modo abbastanza potente da generare un piccolo fungo atomico.

Oltre a ciò tale modello è dotato di nozioni di psicologia come programma ausiliario ed è molto più potente dei T-800 riuscendo a tener testa alla T-X (considerata la Terminator più potente).

T-888 Modifica

  • Serie: T-888
  • Caratteristiche: endoscheletro rinforzato in coltan, ricoperto di tessuto organico.
  • Anno: 2027(?)
  • Apparizioni: Terminator: TSCC
  • Attori: Owain Yeoman/Garret Dillahunt, Matt McColm, Patrick Kilpatrick, Todd Stashwick, Chad Coleman.

Il "T-888" (o anche chiamato Triplo 8) è un modello che appare esclusivamente nella serie Terminator: The Sarah Connor Chronicles. Questa serie presenta dei miglioramenti rispetto a quella 800; possiedono un endoscheletro più resistente, che protegge anche il busto e la spina dorsale. Se decapitata, la testa può condurre il corpo fino al luogo in cui si trova, anche per molte miglia; il corpo senza testa è autosenziente. Inoltre il chip, se estratto, continua a funzionare anche in assenza di un endoscheletro, ad esempio se inserito in un computer. L'endoscheletro è in grado di resistere a proiettili ordinari ma può essere danneggiato da quelli ad uranio impoverito. A differenza della serie T-800 gli endoscheletri della serie 888 vengono prodotti in una vasta gamma di formati.

Nel corso della serie appaiono numerosi esemplari di questo modello, anche di tipo femminile. Fra essi il più importante nell'economia narrativa è Cromartie.

T-900 Modifica

La serie 900 è una tipologia di terminator prodotta da Skynet appositamente per terminare altri Terminator, il T-900 è un androide rivestito di tessuto organico, specializzato nell'infiltrazione. Il T-900 è due volte più veloce, forte e duraturo del T-800, tuttavia è probabile che possa essere decisamente superiore a questo fattore. Esso è alimentato da un piccolo reattore a fusione al plasma posto all'interno del suo torace.

T-1000 Modifica

Il T-1000, noto anche come Terminator Serie 1000, è un personaggio immaginario della saga di Terminator, apparso per la prima volta come principale antagonista del film Terminator 2 - Il giorno del giudizio, e in seguito come antagonista minore in T2 3-D: Battle Across Time e Terminator Genisys. Un personaggio simile, identificato come T-1001, appare nella serie TV Terminator: The Sarah Connor Chronicles.

Il T-1000 è un androide assassino mutaforma creato dall'antagonista principale della saga, Skynet. In Terminator 2 viene detto che è composto da una lega mimetica di metallo liquido che gli permette di assumere la forma di altri oggetti (comunemente coltelli e armi da taglio) o di persone, in genere delle sue vittime. Pertanto, è interpretato da più attori del film. Viene inoltre spiegato nel prologo della trasposizione letteraria che il T-1000 è stato creato attraverso la nanotecnologia ed è un 'nanomorfo', in grado di scansionare la struttura molecolare di qualunque cosa tocchi e simularla visivamente.[3]

In Terminator 2 e T2 3-D: Battle Across Time il T-1000 è interpretato principalmente da Robert Patrick, e in Terminator Genisys da Lee Byung-hun. Il T-1000 si presenta come un salto tecnologico sul modello 101 (Arnold Schwarzenegger). Descritto da AllMovie come "uno dei ruoli più memorabili in uno dei film più memorabili del decennio",[4] il T-1000 valse a Patrick la candidatura per l'MTV Movie Award al miglior cattivo e il Saturn Award per il miglior attore non protagonista, e il personaggio è stato inserito in due classifiche dei 100 migliori cattivi di sempre: al 39º posto dalla Online Film Critics Society nel 2002[5] e al 29º da Wizard nel 2006.[6]

Creazione Modifica

File:London Film Museum - Terminator 2 Judgment Day (5754890313).jpg

I teaser trailer per Terminator 2 tacevano deliberatamente l'idea che il T-1000 fosse il cattivo. Una tagline del film era "Questa volta ce ne sono due". Prima dell'uscita del film, il personaggio di Robert Patrick fu identificato come "Austin", il nome sulla targhetta della sua uniforme da poliziotto.

Il regista e sceneggiatore James Cameron dichiarò che la sua intenzione originale per il sequel era che entrambi i Terminator inviati nel passato fossero T-800 come quello interpretato da Arnold Schwarzenegger, di cui uno ridotto a un endoscheletro metallico come quello del film originale. Una volta che Cameron iniziò effettivamente a lavorare alla sceneggiatura, nel 1990, si rese conto che sarebbe stato meglio trasformare il Terminator malvagio in un modello più avanzato.[7]

La scelta originale di Cameron per interpretare il T-1000 fu il musicista rock Billy Idol, come si può notare anche dalla sua somiglianza con l'androide disegnato negli storyboard, ma un grave incidente motociclistico impedì ad Idol di accettare il ruolo.[8] Poi pensò di scritturare Michael Biehn, che aveva interpretato Kyle Reese in Terminator, con la spiegazione che Skynet era riuscita a clonare il corpo di Reese e usarlo per un nuovo Terminator. Cameron infine abbandonò questa idea dopo aver deciso che il pubblico lo avrebbe trovato troppo confusionario.

Alla fine il casting arrivò su Robert Patrick, come un deliberato contrasto con il Terminator originale: "Volevo trovare qualcuno che sarebbe stato un buon contrasto con Arnold. Se la serie 800 è una sorta di Panzer umano, allora la serie 1000 doveva essere una Porsche".[9] Per una prestazione più "macchinosa", Patrick dovette imparare a sparare senza batter ciglio e a correre senza sforzo, affaticamento o segni di esaurimento.[7]

Lo sviluppo della computer-generated imagery (CGI) della Industrial Light & Magic per manipolare, ricreare e trasformare l'immagine di un attore fu utilizzato nella creazione del personaggio del T-1000 nel film. La computer grafica compone sei dei quindici minuti in cui il T-1000 mostra le sue capacità di mutazione e guarigione. Gli altri nove furono ottenuti riprendendo avanzati pupazzi animatronici ed effetti prostetici creati da Stan Winston e la sua squadra, che erano anche responsabili degli effetti dello scheletro metallico del T-800.[10] Gli effetti visivi utilizzati in Terminator 2 per creare il T-1000 furono premiati con l'Oscar ai migliori effetti speciali.[11]

In Terminator: The Sarah Connor Chronicles gli effetti visivi del T-1001, così come l'animazione digitale degli endoscheletri, degli Hunter-Killer e delle sequenze di guerra future nella seconda stagione, furono realizzati dalla Entity FX, che aveva già lavorato agli effetti digitali dei film di Cameron True Lies e Titanic.[12]

In Terminator Genisys gli effetti del T-1000 sono stati realizzati dall'azienda britannica Double Negative, responsabile anche per il T-3000 e il T-5000. L'animazione è per lo più simile a quella di Terminator 2, solo con simulazioni fluidodinamiche più avanzate. Per rappresentare correttamente il metallo liquido che viene sciolto dall'acido, gli artisti della Double Negative hanno studiato dell'acido che brucia attraverso l'alluminio, ispirandosi per le forme distorte finali al film del 1982 La cosa.[13]

Apparizioni nei filmModifica

Terminator 2 - Il giorno del giudizioModifica

In Terminator 2 - Il giorno del giudizio, il T-1000 è inviato da Skynet indietro nel tempo per uccidere il giovane John Connor, futuro leader della resistenza umana contro le macchine. Il T-1000 tende un'imboscata ad Austin, un agente del Los Angeles Police Department, e ne assume l'identità, quindi rintraccia John Connor tramite il computer della volante e lo trova in un centro commerciale, dove incontra anche un T-800 simile a quello del primo film. È a questo punto del film che viene rivelato che il T-800 è ora il protettore di John Connor, mentre "Austin" è in realtà un nuovo, avanzato prototipo T-1000 inviato a ucciderlo. Dopo una breve colluttazione e un lungo inseguimento, il T-800 e John riescono a fuggire dal T-1000.

Il T-1000 utilizza le proprie capacità di metamorfosi per rintracciare John ed eliminare tutti coloro che gli si parano davanti, compresi i genitori adottivi di John, il suo cane e una guardia di sicurezza nell'istituto psichiatrico dove Sarah Connor è detenuta. Dopo aver rintracciato i Connor e il T-800 al quartier generale della Cyberdyne Systems Corporation, il T-1000 li insegue e si schianta con un camion di azoto liquido in un'acciaieria. Il T-1000 rimane congelato dalle emissioni di azoto liquido, permettendo al T-800 di frantumarlo con un colpo di pistola. Dopo che il T-1000 si è ricomposto, il T-800 lo impegna in un combattimento corpo a corpo per permettere a Sarah e John di fuggire, ma viene sconfitto e disattivato. Il T-1000 poi continua la sua caccia a John, ignaro che il T-800 ha deviato la potenza e si è riattivato.

Il T-1000 duplica Sarah, e John si trova davanti entrambe. Tuttavia, il ragazzo non si lascia ingannare dal T-1000 (in una scena tagliata, per via dei piedi che si sono fusi alla passerella), e il T-800 gli spara la sua ultima granata. Anche se tenta di riformarsi, l'androide inciampa e cade all'indietro in una vasca di acciaio fuso, sciogliendosi.

T2 3-D: Battle Across Time Modifica

Robert Patrick riprese il suo ruolo in un cortometraggio per un'attrazione dei parchi tematici degli Universal Studios. In esso, un T-800 porta John Connor nell'anno 2032 per aiutarlo a distruggere Skynet una volta per tutte. I due vengono inseguiti dal T-1000 mentre sono su una motocicletta, ma l'androide viene nuovamente sconfitto quando il T-800 gli spara con un fucile da caccia prima che afferri John.

Nell'attrazione appare anche il T-1000000, un gigantesco androide in lega polimetallico-mimetica simile a un ragno. Nel corto difende il nucleo centrale di Skynet, ma viene distrutto dal T-800 insieme al nucleo stesso.

Terminator Genisys Modifica

L'attore coreano Lee Byung-hun interpreta il personaggio in Terminator Genisys. Nel film viene rivelato che un T-1000 era stato inviato indietro nel tempo per terminare Sarah Connor nel 1973. Era riuscito ad uccidere i suoi genitori, tuttavia una fazione sconosciuta aveva inviato un T-800 riprogrammato, conosciuto come il Guardiano, per salvarla.

Undici anni dopo, Kyle Reese arriva nel 1984 e viene accolto da un T-1000 travestito da poliziotto. Kyle, incapace di combattere un T-1000, viene salvato da Sarah Connor e il Guardiano. Tenendo un pezzo di sé sul camion del Guardiano, il T-1000 rintraccia i tre alla base del magazzino del Guardiano e li combatte di nuovo. Esso utilizza pezzi di sé stesso per fissare il Guardiano a un muro e riattivare un T-800 di Skynet per tenere impegnato Kyle Reese mentre lui insegue Sarah. Il T-1000 si traveste da Reese per ingannare Sarah, ma lei scopre l'inganno e attira il T-1000 in una pioggia di acido cloridrico, destabilizzando gravemente la sua struttura molecolare e indebolendolo. Nonostante questo, esso cerca di uccidere Sarah, ma il Guardiano lo afferra e lo tiene sotto la doccia di acido fino a disintegrarlo completamente.

Nella battaglia finale del film, il danneggiato Guardiano viene gettato in una vasca di metallo liquido usato per la creazione dei T-1000, che lo ripristina e gli dà abilità mutaforma simili a quelle di un T-1000.

Film estranei alla sagaModifica

Robert Patrick fa una parodia del suo personaggio nel film del 1992 Fusi di testa. Nella scena in cui Wayne viene fermato per eccesso di velocità, Patrick – nei panni di un poliziotto – tira fuori l'immagine di un ragazzo e chiede a Wayne se l'ha visto. Wayne urla di terrore, quindi fugge via.

Il T-1000 appare brevemente anche nel film 1993 Last Action Hero - L'ultimo grande eroe, dove viene visto entrare nello stesso edificio in cui entrano Danny e Jack Slater. Danny cerca di raccontare a Jack del T-1000 che ha appena visto, ma Jack lo ignora completamente.

Personaggi derivati Modifica

T-1001 Modifica

File:Shirley Manson Edinburgh 2009.jpg

Il T-1001 è una versione migliorata del T-1000 apparso nella seconda stagione di Terminator: The Sarah Connor Chronicles.

Non si conoscono le effettive migliorie complessive rispetto al modello precedente, tuttavia la sua capacità di relazionarsi con gli esseri umani è tale che nessuno si rende conto della sua natura di macchina; sembra che anche la vulnerabilità agli sbalzi di temperatura (quantomeno, ad alto calore) sia stata ridotta, difatti la vediamo uscire indenne da diverse esplosioni. Altra miglioria è una maggior capacità di manipolazione del proprio corpo: in un t-1000, una parte separata rimane inerte e torna allo stato liquido fino al riavvicinamento col corpo principale; nei t-1001 è possibile separare e tenere indipendenti almeno fino a 2 parti che a loro volta possono essere utilizzate sotto false sembianze (nel caso specifico la Weaver li celava sotto l'aspetto di pesci nel suo acquario); un altro aspetto favorito da questo maggior controllo permette ai T-1001 di produrre più lame e controllarle meglio; infine, all'occorrenza, questi modelli possono rimodellarsi a scudo per proteggere terzi individui (come umani) anche da potenti esplosioni. La T-1001 assume l'identità di Catherine Weaver (che, presumibilmente, è stata da lui terminata) e si occupa della sua figlia Savanna, cercando di comprenderne i sentimenti per migliorare la sua capacità di capire e imitare i comportamenti umani. Catherine Weaver è interpretata da Shirley Manson.

T-1002 Modifica

Il T-1002 compare nel fumetto Terminator 3 Eyes of the rise dove affronta in combattimento una T-X venendo però sconfitto e terminato dal cannone al plasma di quest'ultima. Questo terminator dimostra una maggiore agilità rispetto al T-1000, nonché la capacità di generare più lame.

T-XA Modifica

Il T-XA è un ulteriore affinamento della precedente serie T-1000. È interamente composto da lega polimetallico-mimetico , proprio come il T-1000, anche se vanta capacità superiori. L'altezza si aggira 2,4 m ed ha un aspetto maschile. Questo terminator è in grado di suddividere la propria massa in diverse unità comunicanti ai fini più sofisticata mimetizzazione. Esso è infatti in grado di riprodurre gruppi di esseri umani come famiglie o i cani (un mimetismo efficace). Ad esempio per cercare i propri obiettivi in vaste aree è in grado di suddividersi in un gran numero di gatti. Il primo T-XA ha portato nascosto all'interno del suo corpo un grande cannone al plasma. Forse la più spaventosa capacità del T-XA è la sua capacità di impiantare elementi di se stesso all'interno di esseri umani, eseguendo modifiche al cervello per assicurarsi la fedeltà ai propri obiettivi.

T-3000 Modifica

  • Serie: T-3000
  • Caratteristiche: terminator costituito da nanomacchine, polimimetico
  • Anno: 2029, 2014, 2017
  • Film: Terminator Genisys
  • Attore: Jason Clarke

I T-3000 sono un modello avanzato costruito da Skynet nel 2029 durante il periodo prima della battaglia finale. A differenza degli Infiltratori creati in precedenza, la serie 3000 è composta da corpi umani esposti a una resina polimetallico-mimetica. Questa riscrive il DNA, forzando il corpo a trasformarsi in un composto metallico unito insieme attraverso un campo magnetico che può essere manipolato per formare lame e oggetti appuntiti. Le abilità naturali dell'Infiltratore sono state di gran lunga incrementate e, a quanto pare, nel film voleva infettare Sarah e Kyle. Tutti gli umani esposti alla resina impazziscono, ad eccezione di John Connor.

T-5000 Modifica

  • Serie: T-5000 (potrebbe essere un modello unico, rappresentazione umana di Skynet)
  • Caratteristiche: nessuna
  • Anno: 2029 (non è nota la timeline di origine)
  • Film: Terminator Genisys
  • Attore: Matt Smith

La serie 5000 è un particolare modello costruito da Skynet nel 2029 durante il periodo prima della battaglia finale. Durante il confronto finale, Skynet stesso ha trasferito la sua coscienza in un esemplare di questo tipo per sopravvivere e utilizzando le sue capacità per infettare John Connor e uccidere la sua intera unità TechCom. La serie 5000 ha la capacità di infettare gli umani attraverso naniti che riscrivono il DNA trasformandoli in T-3000. Attraverso Il Guardiano, si sa che tutte le vittime venute a contatto con queste nanomacchine diventano instabili, ad eccezione di John Connor. L'endoscheletro dei T-5000 brilla di rosso quando sta trasferendo le naniti in un ospite. Non si conoscono le effettive capacità di un T-5000 ma è facile supporre che sia più potente dei precedenti modelli di infiltrazione (T-800, T-850 T-1000, T-3000). Inoltre l'avere come matrice la coscienza di Skynet amplifica ulteriormente le sue capacità, essendo riuscito ad eliminare facilmente John Connor e la sua squadra d'élite.

T-X Modifica

T-X, soprannominata Terminatrix, è un androide apparso nelle vesti di antagonista in Terminator 3 - Le macchine ribelli. La serie T-X comprende androidi ginoidi, cioè di sembianze femminili, molto sofisticati.

Una T-X è alimentata da un reattore al plasma ed è dotata di sensori estremamente sensibili, un sistema di analisi del DNA incorporato sulla lingua, di elaboratori di calcolo altamente efficienti e di armi incorporate, tra cui un fucile al plasma, un lanciafiamme ed una sega circolare. Gli esemplari di questo tipo sono capaci di manipolare e riprogrammare le macchine più primitive tramite nanodroidi, e sono progettati per la terminazione dei modelli più antiquati catturati e riprogrammati dai ribelli per combattere Skynet.

La T-X è presumibilmente una versione migliorata del T-950 (gli endoscheletri sono molto simili) utilizzante come rivestimento la stessa lega di cui è composta la serie 1000. Tale lega permette di ammortizzare i colpi di armi leggere (che danneggiavano i modelli organici), dall'altro l'endoscheletro copre la grande debolezza del T-1000 che nonostante possa ricomporsi all'infinito e per questo sia invulnerabile, è facilmente rallentabile con armi da fuoco, mentre gli esplosivi lo smembrano. Inoltre, la presenza di una struttura fissa come l'endoscheletro permette alla TX di godere di una resistenza fisica impensabile per i modelli della serie 1000. La T-X non risente minimamente dell'impatto dei proiettili, mentre dimostra un'elevatissima resistenza anche a colpi estremamente potenti: un proiettile di RPG-7 colpisce il suo fucile al plasma quando quest'ultimo era al massimo della carica ma nonostante la potenza dell'esplosione generata (tale da farla letteralmente volare via e schiantare contro una lapide) l'unico danno riportato è il danneggiamento dell'arma stessa. Per danneggiare notevolmente il suo endoscheletro è stato necessario dirottarle addosso un aereo da caccia, e per terminarla definitivamente una piccola esplosione atomica generata da un alimentatore all'idrogeno di un T-850. È incredibilmente forte, non risentendo minimamente dei colpi inferti da un T-850, che già di per se' ha una capacita' di sollevamento superiore a 100 tonnellate. La T-X può assumere l'aspetto di qualsiasi persona dotata della sua stessa altezza. Non si conosce l'autonomia di questo cyborg.
Dimostra inoltre un'incredibile plasmabilità del corpo, modificando a piacimento il proprio aspetto. Una T-X viene inviata da Skynet nel 2004 con lo scopo di uccidere John Connor e Kate Brewster, oltre ad altri bersagli secondari, fra cui Robert Brewster, padre di Kate.
La T-X riesce a compiere in parte la missione, uccidendo vari futuri luogotenenti di Connor e lo stesso Brewster, ma venendo terminata da un T-850/101 prima di poter uccidere i suoi bersagli primari. Tale T-X è stata interpretata da Kristanna Loken in Terminator 3 - Le macchine ribelli, dove questa macchina fa la sua unica apparizione. Template:Clear

T-Infinity Modifica

  • Serie: T-Infinity
  • Anno: 2033
  • Apparizioni: Terminator: Revolution (fumetto)

Il T-Infinity è stato creato da Skynet. Il suo scopo è quello di assicurarsi che i tempi non si squilibrino. Di gran lunga, sembra che ci sia solo un prototipo creato da Skynet e inviato per "correggere" la linea temporale. Il T-Infinity e integrato con apparecchiature di spostamento del tempo, rendendo possibile delocalizzare sé nel tempo. È in grado di trans-localizzare colpi diretti da un'arma e non essere distrutto. Tuttavia, un colpo indiretto lo indebolisce. Una tecnologia simile della Serie X è stata applicata nel T-Infinity, rendendolo in grado di memorizzare diversi di armi a bordo.

TOK-715 Modifica

  • Serie: TOK715
  • Caratteristiche: endoscheletro metallico ricoperto di tessuto organico
  • Anno: 2027
  • Apparizioni: Terminator: TSCC
  • Attore: Summer Glau

Il TOK-715 è un modello di cyborg ginoide apparso nella serie televisiva Terminator: The Sarah Connor Chronicles. L'unico esemplare noto di tale macchina è Cameron Phillips, interpretata da Summer Glau.

Hybrid Modifica

Si tratta di cyborg utilizzati come infiltratori e come manodopera nei laboratori di Skynet. Essi presentano un endoscheletro ricoperto da tessuto organico ed un cervello in parte umano. Presentano un sistema circolatorio umano ma potenziato. Il dolore fisico viene percepito solo nell'istante del trauma, per poi cessare successivamente. Hanno una tolleranza del dolore molto alta. Non si sa di che lega sia costituito il loro endoscheletro, tuttavia è probabile che sia simile a quello dei T-800, almeno per la resistenza dimostrata. Sono dotati di una forza sovrumana, abbastanza per affrontare più avversari umani in una sola volta e per distruggere a mani nude un terminator di bassa potenza; tuttavia la loro natura semiumana non li mette allo stesso livello delle macchine più avanzate, come i T-800. Hanno una capacità di sollevamento che si aggira attorno alle 1-2 tonnellate.

Marcus Modifica

Marcus era un criminale condannato a morte per aver causato accidentalmente la morte di suo fratello e due poliziotti durante una rapina. Poco prima della Guerra del Giudizio offre il suo corpo per scopi di ricerca scientifica. Quando Skynet prende il controllo riporta in vita Marcus come Ibrido umano-cyborg con lo scopo di infiltrarlo nella Resistenza. Inconsapevole del suo obiettivo Marcus inizia a girovagare per le strade di una America desolata e post-pocalittica. Viene salvato da Kyle Reese dall'attacco di un T-600. Più tardi fa la conoscenza di alcuni membri della Resistenza che scambiandolo per un normale cyborg lo catturano. Aiuterà la resistenza ad infiltrarsi nella fabbrica di Skynet ed affronterà un T-800 insieme a John Connor. Più tardi donerà il suo cuore a John, ferito nello scontro con il Terminator, sacrificandosi quindi per la causa degli umani.

Moto-Terminator Modifica

  • Serie: Moto-Terminator
  • Anno: messe in produzione prima del 2018
  • Caratteristiche: Motoveicoli automizzati dotati di mitragliatrici e cannoni al plasma
  • Apparizioni: Terminator Salvation

Le moto-terminator sono dei ciclomotori automatizzati prodotti da Skynet prima del 2018 con lo scopo di pattugliare le poche strade ancora percorribili della terra post-JD, alla caccia degli umani superstiti.

Le moto-terminator hanno dei sensori ottici rossi e sono armate di due cannoni semovibili al plasma e mitragliatrici su ogni fiancata. Esse possono essere stipate all'interno delle gambe delle mietitrici, così da essere sganciate qualora gli umani riescano a fuggire alla cattura.

Questi veicoli automizzati sono in possesso di agilità incredibile, e grazie ai loro sensori sono capaci di evitare ostacoli che si immettono improvvisamente nella carreggiata. Possono raggiungere le 200 miglia orarie, il che fa di questi cyborg i più veloci su strada nel futuro post-apocalittico.

Il fatto che possano stare in equilibrio senza un guidatore lascia intendere che abbiano una qualche forma di bilanciamento autonomo.

Se abbattute possono essere facilmente riprogrammate ed utilizzate dagli esseri umani.

Note: Le moto-terminator viste in Terminator Salvation sono state realizzate prendendo ispirazione dalle motociclette della Ducati. Alcuni concept mostrano degli ibridi moto-endoscheletro, poi accantonati in fase di produzione.

Dire Wolf Modifica

  • Serie: //
  • Caratteristiche: Forma canina.
  • Apparizioni: Terminator Revolution (fumetto)

Il Dire Wolf è un Terminator di forma canina creato da Skynet. In TR questo cane terminator viene programmato per eliminare il T-INFINITY poiché Skynet teme sia stato riprogrammato. Il Dire Wolf completa il suo obbiettivo ma viene distrutto da John Connor.

Note Modifica

  1. Scene extra contenute nell'edizione estesa visualizzabile nell'edizione Blu-ray del film Terminator 2 - Il giorno del giudizio
  2. Contenuti speciali nel Blu-ray di Terminator 3
  3. Randall Frakes, Terminator 2. Il giorno del giudizio, (in en) Milano, Sperling & Kupfer, 1991. 88-200-1306-1
  4. Tracie Cooper. (in inglese) Robert Patrick. The New York Times. URL consultato il 12 agosto 2015.
  5. (in inglese) OFCS Top 100: Top 100 Villains of All Time. Online Film Critics Society, 27 settembre 2010. URL consultato il 12 agosto 2015.
  6. Pat McCallum (luglio 2006). 100 Greatest Villains Ever. Wizard (177)  (in en).
  7. 7,0 7,1 "Interactive Modes" nel Blu-ray Disc del film.
  8. Jennifer Vineyard. (in inglese) How Billy Idol And Lance Henriksen Were Nearly James Cameron's Terminators. MTV, 15 settembre 2008. URL consultato il 19 agosto 2015.
  9. (in inglese) The Story About Making T2. 24 aprile 2012. URL consultato il 19 agosto 2015.
  10. Jody Duncan, The Winston Effect: The Art and History of Stan Winston Studio, (in en) Londra, Titan Books, 2006. 1-84576-150-2
  11. (in inglese) The 64th Academy Awards - 1992. Academy of Motion Picture Arts and Sciences. URL consultato il 20 agosto 2015.
  12. (in inglese) Credits. Entity FX. URL consultato il 20 agosto 2015. (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2010)
  13. Ian Failes. (in inglese) Terminator: New makes. New models. New VFX.. 5 luglio 2015. URL consultato il 20 agosto 2015.

Altri progetti di Wikimedia Modifica

Collegamenti esterni Modifica

Fonti Modifica

Voce Terminator_(macchine) di Wikipedia in italiano (base per questa voce)




I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.