Nostradamus Wiki
Advertisement

Il Diacono è una creatura extraterrestre apparsa nel film Prometheus diretto da Ridley Scott, prequel del film del 1979 Alien diretto dallo stesso. L'alieno appare solo nella scena finale del film, ma è possibile che appaia in altri capitoli della tetralogia prequel di Alien.

Il Diacono è considerato il più antico antenato della razza aliena nota come Xenomorfi ed è il risultato dell'infezione di un Ingegnere da parte di un gigantesco Facehugger.

Storia[]

Circa duemila anni fa, la razza aliena nota come Ingegneri, che era stata responsabile della creazione dell'umanità sulla Terra, si rese conto che questo era stato un grave errore vista la crudeltà che gli umani dimostravano gli uni verso gli altri; pertanto fu decisa la loro eliminazione. Essendo un popolo pacifico, gli Ingegneri, non volendo bombardare la Terra per eliminare l'umanità, decisero di colonizzare la luna LV-223 del pianeta Calpamos per scopi militari. Ivi crearono il letale liquido Chemical A0-3959X.91–15, un fluido nero capace di uccidere qualsiasi forma di vita animale. Tuttavia qualcosa andò storto e il liquido infettò tutti gli Ingegneri sul pianeta, sterminandoli e forse usandoli come incubatrici per la creazione di altri Diaconi. Solo uno di loro sopravvisse, ibernandosi per sempre e sperando che qualcuno giungesse a recuperarlo.

Verso la fine del 2093, la nave interstellare Prometheus giunse sul pianeta allo scopo di rintracciare gli Ingegneri, capitanata dalla dottoressa Elizabeth Shaw. Tuttavia il fluido letale li uccise quasi tutti e l'ingegnere superstite, risvegliato dall'androide David 8, tentò di eliminarli e di portare il patogeno sulla Terra per distruggerla; ma fu fermato dal sacrifico del capitano Yaneck, che si schiantò contro la nave. Di tutto l'equipaggio, solo Elizabeth sopravvisse. L'Ingegnere, completamente impazzito, tentò di ucciderla, ma la donna sfruttò un enorme Facehugger per fermarlo. Mentre lei e David abbandonavano il pianeta, il Facehugger completava il suo lavoro di incubazione. Dopo appena un giorno, il 1 gennaio 2094 nacque dal petto dell'Ingegnere il Diacono.

Descrizione[]

Il Diacono è l'archetipo di tutta la razza degli Xenomorfi : si tratta di un organismo più grande e feroce ma meno adattabile di questi. Presenta però diverse differenze dai suoi discendenti, che verranno poi perfezionati dall'androide David 8, prima nei Neomorfi e poi negli Xenomorfi.

Il ciclo riproduttivo del Diacono è molto difficile : infatti, perché esista un Facehugger abbastanza grande da contenere il suo uovo, il suo DNA deve passare attraverso diversi organismi viventi per poi impiantarsi in un Ingegnere. In Prometheus, per la creazione del Diacono l'androide David ha dovuto prima infettare Charlie, il fidanzato della dottoressa Shaw, con il Chemical A0-3959X.91–15; questi poi lo ha passato alla dottoressa Shaw tramite un rapporto sessuale e in essa si è creato il primo embrione di Facehugger, il quale, dopo essere divenuto gigantesco, ha impiantato l'uovo del Diacono nell'ultimo Ingegnere rimasto su LV-223. A differenza quindi degli Xenomorfi, a cui basta infettare una sola persona per riprodursi, il Diacono ha bisogno di diversi passaggi. Inoltre i Facehugger dei Diaconi anziché crearsi nelle uova si creano in altre creature viventi come gli Xenomorfi e hanno dimensioni molto maggiori : misurano circa due metri di altezza e anziché le zampe hanno dei tentacoli, rendendoli creature simili a dei calamari.

Alla nascita, il Diacono è alto circa come un essere umano, il che fa presagire che possa raggiungere dimensioni enormi da adulto : infatti, mentre gli Xenomorfi alla nascita sono alti appena una ventina di centimetri per poi raggiungere con l'età adulta i due metri e mezzo, è possibile che il Diacono, essendo alto alla nascita più di un metro, superi i quindici metri di altezza da adulto. Il che fa del Diacono una creatura estremamente pericolosa, quasi più delle Regine Xenomorfiche.

Il Diacono è inoltre privo di parti biomeccaniche, è privo di coda, ha un corpo molto simile a quello umano (fatta eccezione per la testa), ha quattro dita dei piedi e cinque delle mani, e ha una testa molto più lunga e appuntita degli Xenomorfi. Inoltre è privo di una lingua tagliente ma è provvisto di due bocche, una di esse retrattile e priva di denti, ma provvista solo di appendici appuntite fatte di carne. Sembra inoltre essere privo di occhi.

A differenza degli Xenomorfi, che attendono l'età adulta per cacciare, il Diacono mostra un'insaziabile ferocia fin dalla nascita, in quanto è già in grado di reggersi su due zampe e di cacciare qualsiasi essere vivente senza problemi. Non disdegna però la saprofagia se il cibo scarseggia.

Essendo nato dal corpo di un Ingegnere, e quindi di una razza aliena superiore, è possibile che il Diacono presenti un'intelligenza maggiore degli Xenomorfi e forse anche degli umani. Ciò ne farebbe l'alieno più pericoloso creati da Ridley Scott.

Apparizioni[]

Il Diacono è apparso solo nella scena finale del film Prometheus, quando emerge dal corpo di un Ingegnere e si prepara a divorarlo. Tuttavia è possibile che nei futuri film della tetralogia prequel di Alien il Diacono appaia nuovamente.

Curiosità[]

Nonostante esso sia considerato il primo Xenomorfo mai esistito, è possibile che c'è ne siano stati altri nel passato creati dal fluido parassita, come testimoniato in Prometheus dal biologo Millburn, il quale affermò che i corpi morti degli Ingegneri sembravano quasi esplosi.

Fonti[]

Collegamenti esterni[]




Video[]

Alien_Awakening_Is_Coming_with_New_Engineers_--_Official_Updates

Alien Awakening Is Coming with New Engineers -- Official Updates

Advertisement